Willie Nelson è salito per la prima volta sull’iconico palco del Grand Ole Opry 56 anni fa oggi. Il 28 novembre 1964, il nativo del Texas aveva già pubblicato due album e segnato un paio di singoli nella top-10. Due settimane prima, era in studio di registrazione con il leggendario musicista Chet Atkins. Più di mezzo secolo fa, Nelson era già sulla buona strada per diventare una superstar.

All’epoca Willie Nelson viveva a Nashville, nel Tennessee, e registrava con un contratto con la RCA Victor. È diventato un membro degli Opry e ha suonato alcune dozzine di spettacoli all’anno fino a quando non si è ritirato e si è trasferito di nuovo ad Austin, in Texas, nel 1972.

Willie Nelson: icona del Paese fuorilegge

Non devi essere un appassionato di campagna per sapere che Willie è uscito dalla pensione. L’attiva scena della musica country ad Austin lo ha motivato a prendere in mano la sua chitarra e fare ancora una volta ciò che sa fare meglio.

Dopo il suo debutto a Opry e per tutta la sua carriera, Nelson è diventato uno dei volti del sottogenere del paese fuorilegge. Quando lui e artisti come Waylon Jennings hanno iniziato a opporsi all’allora popolare “Nashville Sound”, è nata una nuova forma di musica country. Il “Nashville Sound” consisteva in una produzione brillante e strutture di canzoni rigorose. Il suono dei fuorilegge mescolava i primi suoni rock and roll, folk e honky-tonk.

https://www.youtube.com/watch?v=wA2JSECz2XEhttps://www.youtube.com/watch?v=wA2JSECz2XE

Nel 1976 fu pubblicato l’album compilation “Wanted! The Outlaws”, con canzoni di Waylon, Willie e altri. È stato il primo album di musica country ad essere certificato disco di platino. Questo successo ha consolidato il suono del fuorilegge e il soprannome che lo accompagna.

Willie Nelson in seguito sarebbe diventato noto quasi tanto per il suo consumo di cannabis e la sua difesa quanto per la sua musica che definisce il genere.

Il Grand Ole Opry

Il Grand Ole Opry iniziò ad andare in onda in questo giorno nel 1925. Questo significa che l’esibizione di debutto di Willie lì ha segnato il 39° anniversario dell’Opry. Negli ultimi 95 anni, l’Opry ha messo in mostra i talenti di artisti country, bluegrass, americani, gospel e folk, nonché alcune esibizioni comiche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *