Nel 2018, Nintendo è andata su tutte le furie legali inseguendo più siti Web che avevano piratato ROM di videogiochi Nintendo classici per il download delle persone. Uno di questi siti web si chiama RomUniverse. A quel sito web è stato ordinato dal tribunale di pagare una sentenza sommaria di $ 2,1 milioni.

Mentre Nintendo ha ottenuto il giudizio sommario per i danni subiti, non ha ottenuto tutto ciò che ha chiesto al tribunale. Nintendo aveva richiesto un’ingiunzione permanente contro l’operatore del sito, Matthew Storman. All’epoca, il sito Web in violazione era stato chiuso e i tribunali non vedevano alcun motivo per aspettarsi che Nintendo avrebbe subito danni in corso.

Il giudice che sovrintende al caso, il giudice Consuelo Marshall, ha dato una seconda occhiata al caso e ora ritiene che Nintendo abbia le basi per ricevere l’ingiunzione permanente richiesta. I nuovi motivi derivano dal fatto che Storman ha lasciato intendere che il suo sito Web potrebbe tornare. Tuttavia, Storman aveva detto che se il suo sito web fosse stato rilanciato, non avrebbe avuto alcun gioco Nintendo.

L’ingiunzione concessa a Nintendo impedisce a Storman di copiare, distribuire, vendere o riprodurre copie non autorizzate dei giochi Nintendo. Inoltre, l’ingiunzione impedisce all’uomo di utilizzare qualsiasi marchio, logo o nome Nintendo in una questione che potrebbe essere interpretata come fonte di confusione.

All’imputato è stato inoltre ordinato di distruggere definitivamente qualsiasi copia pirata di giochi o altra proprietà intellettuale. Il giudice Marshall ha concesso a Storman fino al 17 agosto 2021 per distruggere tutti i giochi, i film, i libri o la musica Nintendo non autorizzati. Tuttavia, non ci sono indicazioni su come il tribunale o Nintendo potrebbero confermare che tutta la proprietà intellettuale non autorizzata di Nintendo in possesso di Storman è stata distrutta.

RomUniverse non è stato l’unico sito Web di giochi piratati che Nintendo ha citato in giudizio nel 2018. Ha anche citato in giudizio altri due siti Web noti, tra cui LoveROMs e LoveRETRO. Nintendo stava chiedendo un risarcimento di quasi $ 100 milioni in quei casi, ma alla fine si è accordata per $ 12,23 milioni.

Leave a Reply