La scorsa settimana è stata una settimana importante per l’ISS dopo che il nuovo modulo di laboratorio russo chiamato Nauka è attraccato alla stazione spaziale dopo anni di ritardi. La stazione spaziale ha preso residenza nel porto dove in precedenza erano stazionate la stazione di attracco Pirs e un’astronave cargo russa. Mentre il lancio e l’attracco con la ISS si sono svolti senza problemi, un problema spaventoso è emerso dopo l’attracco.

Come accennato ieri, i propulsori del modulo Nakua si sono attivati ​​involontariamente, spingendo la ISS fuori dal suo normale orientamento. Tuttavia, i controllori di missione sono stati in grado di riprendere rapidamente e facilmente il controllo e riorientare correttamente la stazione spaziale. I funzionari di Roscosmos hanno ora fornito informazioni su quanto accaduto. Vladimir Solovyov, direttore di volo del segmento russo della ISS, ha affermato che le connessioni di attracco hanno funzionato in modo affidabile e si sono chiuse senza problemi su entrambi i meccanismi di attracco della stazione e del modulo.

Tuttavia, un errore software a breve termine ha portato a un comando diretto implementato erroneamente che accende i motori dei moduli per il ritiro, il che ha portato il complesso della ISS nel suo insieme a perdere l’orientamento. La situazione è stata prontamente contrastata dal sistema di propulsione del modulo Zvezda. Solovyov osserva che la stazione spaziale è attualmente in normale orientamento e che tutti i sistemi di moduli di laboratorio multiuso funzionano normalmente.

Il direttore di volo ha anche notato che l’interfaccia di alimentazione e l’interfaccia di comando erano collegate tra il modulo e la stazione. Attualmente, l’equipaggio sta bilanciando la pressione del modulo Nauka, che è una procedura lunga. Il volume totale nel nuovo modulo è di circa 70 metri cubi. L’equipaggio ha aperto i portelli del nuovo modulo, consentendo loro di entrare e attivare i sistemi di purificazione dell’aria per iniziare il normale lavoro il 30 luglio.

Non c’è alcuna menzione da parte di Roscosmos che il problema con i propulsori che si attivano accidentalmente richieda un’indagine continua o una riparazione questa volta. Inoltre, non è chiaro quando i primi esperimenti potrebbero iniziare a essere condotti nel nuovo modulo.

Leave a Reply