Anche se abbiamo cambiato sindaci – una cosa piuttosto drammatica da fare data l’agenda rumorosa e la grande personalità del sindaco Mike McGinn (per non parlare della novità di eleggere il primo sindaco gay di Seattle) – la sensazione socialista Kshama Sawant, che ha sconvolto l’ex consigliere comunale in carica Richard Conlin , si è rivelato essere la storia più grande del nuovo sindaco eletto Ed Murray.

E Sawant è pronto a mettere di nuovo in ombra Murray su quella che probabilmente sarà una delle prime grandi spinte politiche di Murray: l’aumento del salario minimo.

Gli sforzi di Sawant potrebbero finire per trasformare un problema politico che Murray voleva usare per guadagnare un po’ di credito mancino in un dramma che in realtà finisce per lanciare Murray come un conservatore.

Grazie al recente movimento di “sciopero della povertà” dei lavoratori dei fast food per aumentare il salario minimo e al voto positivo della SeaTac per aumentare i salari dei lavoratori a contratto aeroportuali a $ 15 l’ora, aumentando il salario minimo, la questione della firma di Sawant durante la sua campagna, è ora di fronte e -centro a Seattle.

Infatti, durante la corsa al sindaco, sia Murray che McGinn (a partire da Murray) hanno appoggiato l’idea; ha fatto guadagnare a Murray il tanto necessario sostegno dell’attivista Service Employees’International Union 775 (il sindacato che ha spinto lo sforzo SeaTac).

Tuttavia, Murray ha abbracciato l’idea semplicemente dicendo che avrebbe adottato un approccio incrementale e collaborativo, portando tutti i giocatori, compresi i gruppi aziendali, come la Camera di Commercio della Greater Seattle, al tavolo. L’approccio diplomatico riecheggia il lavoro di successo di Murray nella legislatura statale dove, ad esempio, ha approvato una tassa sul gas, una legge sui diritti degli omosessuali e, infine, una legge sul matrimonio gay.

Sawant, che ha una cena in programma con Murray, non è probabile che si attenga al piano di compromesso di Murray e più probabilmente condurrà una campagna di raccolta delle firme per mettere un inequivocabile mandato di $ 15 ore sulla scheda elettorale. A settembre, ha detto alTempi di Capitol Hill“Chiediamo un salario minimo di $ 15 l’ora” e ilSeattle Timesha riferito che “sostiene fermamente la richiesta di un salario minimo di $ 15 per tutti i lavoratori di Seattle”. Murray ha detto che si rivolgerebbe solo alle grandi imprese.

Lo sforzo di Sawant potrebbe inavvertitamente dare a Murray una certa influenza sulla comunità imprenditoriale: “Se non accetti il ​​mio pacchetto”, Murray potrebbe dire alla Camera, “rimarrai bloccato con la versione di Sawant”.

Ma quella tattica alla fine potrebbe rivelarsi priva di significato: dissociandosi da qualsiasi trattativa con gli affari, Sawant ha una solida possibilità di guidare uno sforzo di iniziativa populista per aggirare semplicemente il processo legislativo e mettere sui libri la legge sul salario minimo di $ 15.

Gli sforzi di Sawant potrebbero finire per trasformare un dibattito politico che Murray voleva usare per guadagnare un po’ di credibilità da mancino in un dramma che in realtà finisce per lanciare Murray come un conservatore.

Abbiamo messaggi al campo di Murray e al campo di Sawant.

Leave a Reply