Ogni conversazione sul Lambrusco torna inevitabilmente a Riunite. La frizzante bomba di zucchero di un vino italiano era molto popolare negli anni ’70; è una versione del Lambrusco paragonabile a Coke Classic nella sua profondità generale e nella sua mancanza di sfumature. E ha inacidito molti bevitori di vino sul secolare frizzante, o spumante, vino rosso prodotto nella regione italiana dell’Emilia-Romagna.

Ma, come le barbe, la vita da impero o le tonalità al neon, tutto torna in voga prima o poi. Il Lambrusco sta tornando furtivamente in alcuni menu italocentrici di Seattle. Anche se tecnicamente non è un ristorante italiano,Strani compagni ha dichiarato questa l’estate del Lambrusco, portando un Lambrusco prodotto da Cleto Chiarli, nello specifico un Lambrusco Grasparossa di Castelvetro,un titolo che denota la specifica zona di produzione del vino.

Ma, come le barbe, la vita da impero o le tonalità al neon, tutto torna in voga prima o poi. Il Lambrusco sta tornando furtivamente in alcuni menu italocentrici di Seattle. Anche se tecnicamente non è un ristorante italiano,Strani compagni ha dichiarato questa l’estate del Lambrusco, portando un Lambrusco prodotto da Cleto Chiarli, nello specifico un Lambrusco Grasparossa di Castelvetro,un titolo che denota la specifica zona di produzione del vino.

Rachel Eggers, che coordina i media e il marketing per tutti i ristoranti di Linda Derschang, dice che l’idea è nata dopo aver bevuto un bicchiere di Lambrusco a Portland, poi ha scoperto che anche il suo capo aveva acquisito un gusto per il Lambrusco durante le sue frequenti visite a New York. Eggers descrive questo particolare vino come “l’ideale platonico del Lambrusco”, fruttato, leggermente dolce ma con un finale secco. Costa 8 dollari a bicchiere e 32 dollari a bottiglia, e lo chef Forrest Brunton e il pasticcere Yoshiko Rhodes hanno preparato una gelatina con Lambrusco e ciliegie Bing, condita con pepe nero e crema chantilly, per il menu estivo. Pochi isolati a est, Artusi ha un Lambrusco, Pederanza “La Grasparossa”, nel menu per $ 42 a bottiglia o $ 7 per un quattro once, oltre a una versione rosa, Lin 910 Labrusca Lambrusco Rosato, per $ 12 a bicchiere e 45 dollari a bottiglia.

Il wine blogger locale Jameson Fink considera il Lambrusco uno dei migliori vini da bere con la pizza o un piatto di salumi. Dal momento che questi due elementi sono praticamente un gruppo alimentare nei menu di Seattle, spera che assisteremo a un aumento del consumo di Lambrusco, poiché i ristoratori introducono i clienti al notevole fascino del vino.

Sta già accadendo a Bar del Corso; qui i server e il comproprietario Gina Tolentino (l’altro proprietario è suo marito e pizzaiolo titolare, Jerry Corso) sono pronti a suggerire Lambrusco e quelle bolle aiutano a ridurre quelle ore, ma ne vale assolutamente la pena. Bar del Corso vende anche Cleto Chiarli. “Ci piace perché è un vino davvero festoso, frizzante, effervescente, a bassa gradazione alcolica per l’estate, ma davvero in qualsiasi momento”, afferma Tolentino. “È anche insolito trovare un vino rosso frizzante in questo paese”. Il ristorante ha in lista un altro rosso frizzante, il Castello di Luzzano Bonarda. Per una fortunata coincidenza, le previsioni di questo fine settimana sono incredibili e il Bar del Corso debutta con i suoi posti a sedere sul marciapiede.

Un’altra raccomandazione di Fink: nei negozi di bottiglie, cerca le Cantine Ceci La Luna Lambrusco, che è secco, anche se ci sono molte versioni ben fatte che sono leggermente dolci. Dice: “Mi piacerebbe pensare che la nuova generazione di bevitori di vino abbia meno esperienza con versioni stucchevoli ed economiche che tormentano il mio palato e danneggiano la reputazione del Lambrusco di alta qualità”.

Se hai bisogno di ulteriori prove che vale la pena esplorare il Lambrusco, il New York Timeswine panel ha cantato le sue lodi all’inizio di questa settimana.

Un altro motivo per cui il Lambrusco è perfetto per le sessioni estive nel patio: la maggior parte delle versioni ha un livello alcolico relativamente basso per il vino, di solito intorno all’8%.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *