Questa settimana un dispositivo misterioso nella collezione di smartphone Samsung ha ricevuto la certificazione Bluetooth. Questa è l’ultima di una coppia di certificazioni che il dispositivo ha ricevuto pubblicamente, l’altra una certificazione Wi-Fi quattro mesi fa. Il nome in codice di questo dispositivo è stato collegato al Samsung Galaxy X da numerosi blog questa settimana: tutte le prove sembrano puntare verso un paio di fonti. Abbiamo analizzato il passato di Samsung e la situazione più probabile basata sui precedenti.

Il nostro titolo qui si basa su diversi elementi nel nome in codice stesso. Il nome in codice SM-G888N0 – e il primo bit che possiamo dedurre da questo è N0, che si riferisce sempre al mercato in cui il dispositivo è destinato a essere lanciato, in questo caso la Corea del Sud. Questo è il luogo in cui viene lanciato un dispositivo Samsung, da solo, se è previsto un rilascio limitato.

Il nostro titolo qui si basa su diversi elementi nel nome in codice stesso. Il nome in codice SM-G888N0 – e il primo bit che possiamo dedurre da questo è N0, che si riferisce sempre al mercato in cui il dispositivo è destinato a essere lanciato, in questo caso la Corea del Sud. Questo è il luogo in cui viene lanciato un dispositivo Samsung, da solo, se è previsto un rilascio limitato.

Ricorda il Galaxy Round: un dispositivo con display curvo. È uscito ben prima del Galaxy Note Edge, il primo dispositivo Samsung con un display a cascata su un lato. Ora Samsung lo chiama “Infinity Display” su Galaxy S8 e Galaxy Note 8 (o almeno così dicono le voci). Il Galaxy Round è stato lanciato solo in Corea del Sud all’inizio e non è poi uscito troppo lontano dal paese.

GUARDA ANCHE: Il telefono pieghevole di Samsung è considerato uno dei 5 flagship del 2017

L’altra parte del nome SM-G888N0 è l’SM-G, generalmente collegato ai dispositivi Samsung Galaxy. Un altro dispositivo con “88” nel titolo (del suo codice) è il Galaxy Xcover 3. Un altro era SM-G880, il Samsung Galaxy S7 Sport, l’edizione internazionale del Galaxy S7 Active il cui codice era SM-G891A.

L’altra parte del nome SM-G888N0 è l’SM-G, generalmente collegato ai dispositivi Samsung Galaxy. Un altro dispositivo con “88” nel titolo (del suo codice) è il Galaxy Xcover 3. Un altro era SM-G880, il Samsung Galaxy S7 Sport, l’edizione internazionale del Galaxy S7 Active il cui codice era SM-G891A.

Samsung Galaxy S6 Active aveva il codice SM-G890A, mentre il Samsung Galaxy S5 aveva il codice SM-G900. Samsung Galaxy Alpha ha il codice SM-G850Y e Galaxy S5 Mini era SM-G800. Quindi non è che questi codici abbiano un senso reale per l’occhio inesperto.

Se stiamo davvero supponendo che questo sia il Samsung Galaxy X, smartphone pieghevole, possiamo guardare a questo suggerimento per ulteriori informazioni. Lì, le fonti suggeriscono che Samsung FORSE rilascerà un numero limitato di telefoni Galaxy X per l’acquisto. E questo si collegherebbe abbastanza facilmente ai metodi utilizzati da Samsung con il primo telefono con display curvo che hanno rilasciato, come menzionato sopra.

L’elenco Bluetooth dice che questo dispositivo riceverà il Bluetooth 4.2. Non sparare per Bluetooth 5.0, il Bluetooth più recente, ci dice che questo non è pensato per essere un dispositivo che compete ai massimi livelli. Non mira a correre con i lupi come Galaxy S8 o Galaxy Note 8.

I ragazzi di SamMobile hanno fatto risalire questo alla certificazione Wi-Fi e hanno suggerito – più di una volta – che si tratta del Samsung Galaxy X. Significano lo smartphone pieghevole che Samsung non ha ancora confermato essere reale, ma ha solo depositato il marchio in nome . Per ora ci atteniamo alla “X” che rappresenta l’ignoto.

Cronologia della storia

Leave a Reply