Durante tutto l’anno si tengono molti tornei DotA 2, molti dei quali offrono denaro ai vincitori. Tuttavia, il torneo principale che molte squadre professionistiche aspettano con ansia è il torneo annuale “The International” il cui montepremi vale milioni.

Sfortunatamente per una squadra, i Peru’s Thunder Predator, sembra che le loro speranze di vincere il montepremi di $ 15 milioni quest’anno siano state deluse. Secondo un rapporto di Motherboard, Valve ha squalificato la squadra dopo che è stato scoperto che uno dei giocatori della squadra stava usando un mouse da gioco “illegale” disponibile in commercio durante una partita di qualificazione.

Quello che è successo è che coloro che hanno assistito alla partita hanno scoperto che uno dei giocatori, Atun, sembrava muovere il suo personaggio e i suoi cloni a una velocità impossibile, portandoli a gridare fallo e accusare Atun di usare “cheat” sotto forma di macro . Thunder Predator ha negato queste accuse e ha affermato che ciò è stato fatto utilizzando un mouse (un mouse Razer Synapse). Tuttavia, secondo FACEIT, l’organizzazione che aiuta a gestire questi tornei, affermano che utilizzando un mouse programmabile è l’equivalente dell’esecuzione di script software.

Non sorprende che Thunder Predator non sia d’accordo con quella sentenza e ha risposto dicendo:“Denunciamo questa accusa, affermando che in nessun momento il nostro giocatore ‘Atún’ utilizza alcun tipo di hack o programma particolare che abbia facilitato la sua modalità di gioco prima della partita, di ieri, con la squadra di SG.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *