La scena è familiare se hai visto molti drammi di spionaggio o thriller: l’eroe è stato catturato, trattenuto ed è impotente a resistere mentre il suo rapitore collega un paio di cavi di avviamento alla batteria di un’auto. Come rispettosi consumatori di media, siamo stati condizionati a sapere che significa che il nostro eroe sta per essere torturato, forse per un centimetro della sua vita.

Ma questo è nei film. Qui nel mondo reale, può una batteria per auto? in realtà fulminarti?

La risposta completa a questa domanda è prevedibilmente complessa, ma alla radice delle cose, questa è solo un’altra delle tante bugie che Hollywood racconta al servizio di offrire una storia più coinvolgente e uno spettacolo più grande.

Mentre ci sono alcuni aspetti dei sistemi elettrici automobilistici che sono pericolosi e anche le batterie stesse possono essere pericolose, il ponte è accatastato contro la batteria dell’auto e ti fulmina, per non parlare di ucciderti.

Perché la batteria della tua auto non può fulminarti?

La matematica può diventare un po’ complicata, ma il motivo principale per cui puoi tranquillamente toccare i terminali positivo e negativo di una tipica batteria per auto e andartene illeso, ha a che fare con la tensione della batteria. Mentre le batterie delle auto hanno tecnicamente l’amperaggio per ucciderti, la tensione è una storia diversa.

Le batterie per auto hanno una tensione nominale di 12V, che può variare leggermente in aumento o in diminuzione a seconda del livello di carica. Da solo, questo non è abbastanza per creare un problema. Se hai collegato molte batterie in serie, potresti potenzialmente raggiungere una tensione abbastanza alta da raggiungere un territorio pericoloso.

Le batterie per auto tradizionali sono in grado di fornire molto amperaggio in brevi raffiche, motivo principale per cui l’antica tecnologia al piombo è ancora in uso. I motorini di avviamento richiedono molto amperaggio per funzionare e le batterie al piombo sono adatte a fornire brevi e intense raffiche di amperaggio.

Tuttavia, c’è un’enorme differenza tra le bobine di un motorino di avviamento e l’elevata resistenza di contatto del corpo umano.

In poche parole, la tensione può essere pensata come “pressione”, quindi mentre una batteria per auto può tecnicamente avere abbastanza amperaggio per ucciderti, i miseri 12 volt CC semplicemente non forniscono abbastanza pressione per spingere una quantità significativa di amperaggio attraverso la resistenza di contatto della tua pelle.

Ecco perché puoi toccare entrambi i terminali di una batteria per auto senza ricevere uno shock, anche se tu Maggio senti un formicolio se hai le mani bagnate. Certamente niente come la tortura elettrica che induce alla confessione, potenzialmente mortale, che potresti aver visto nei film o in televisione, però.

Non immergerti nell’acqua salata e non collegarti ai cavi di avviamento, o inserire gli elettrodi nella punta delle dita e toccarli a una batteria dell’auto, per testare questo. La matematica dice che probabilmente starai bene, ma il corpo umano è una cosa complicata e questi non sono esperimenti che vale la pena fare.

Le batterie delle auto sono ancora pericolose

La batteria della tua auto, di per sé, potrebbe non essere in grado di erogare una scossa elettrica mortale o anche evidente, ma ciò non significa che non sia pericolosa. Il pericolo principale associato alle batterie delle auto è un’esplosione, che può verificarsi a causa di un fenomeno noto come “gassificazione”, in cui la batteria rilascia gas idrogeno infiammabile.

Se il gas idrogeno viene acceso da una scintilla, l’intera batteria può esplodere, inondandoti di acido solforico. Ecco perché è così importante seguire la procedura corretta quando si collegano i cavi di avviamento o un caricabatterie.

Un altro pericolo associato alle batterie delle auto ha a che fare con il collegamento accidentale dei terminali o il collegamento accidentale di qualsiasi cavo o connettore +B, come il solenoide di avviamento, a terra. Mentre una batteria per auto non può pompare una quantità pericolosa di amperaggio nel tuo corpo, una chiave di metallo ha una resistenza molto inferiore e tenderà a crescere estremamente caldo e potrebbe persino saldarsi in posizione, se collega il positivo della batteria a terra. Ci sono praticamente cattive notizie in giro.

Alcuni sistemi elettrici automobilistici sono pericolosi

Ricordi quando abbiamo detto che il motivo principale per cui le batterie delle auto non possono fulminarti è perché sono solo a 12V? Beh, è ​​vero, ma il problema è che no Tutti le batterie dell’auto sono 12V. C’è stata una grande spinta nei primi anni 2000 per passare dai sistemi a 12V ai sistemi a 42V, con cui sarebbe stato molto più pericoloso lavorare, ma l’interruttore non si è mai materializzato per una serie di motivi.

Tuttavia, i veicoli ibridi ed elettrici sono spesso dotati di due batterie: una tradizionale batteria al piombo per le funzioni di avviamento, illuminazione e accensione (SLI) e una batteria o un pacco batterie a tensione molto più alta per far funzionare il motore o i motori elettrici. Queste batterie utilizzano spesso la tecnologia agli ioni di litio o al nichel-metallo idruro invece del piombo-acido e sono spesso valutate a 200 o più volt.

La buona notizia è che i veicoli ibridi ed elettrici in genere non tengono i loro pacchi batteria ad alta tensione ovunque sia possibile incontrarli in caso di incidente e usano quasi sempre un tipo di codice colore per avvisarti dei cavi ad alta tensione.

Nella maggior parte dei casi, i cavi dell’alta tensione sono codificati a colori in arancione, sebbene alcuni utilizzino invece il blu, quindi è una buona idea verificare il colore utilizzato dal veicolo prima di provare a lavorarci.

Quando i sistemi elettrici a 12 Volt possono davvero scioccarti

Anche se non puoi essere fulminato semplicemente toccando i terminali di una normale batteria per auto, a causa della bassa tensione, Potere ricevere una brutta scossa da altri componenti di un sistema elettrico automobilistico tradizionale.

Ad esempio, nei sistemi di accensione che utilizzano un cappuccio e un rotore, viene utilizzata una bobina di accensione per fornire l’enorme quantità di tensione necessaria per spingere una scintilla attraverso il traferro di una candela. Se si entra in conflitto con quella tensione, in genere toccando un filo di una candela o un filo della bobina con un isolamento sfilacciato, mentre si tocca anche la terra, si sentirà sicuramente un morso.

Il motivo per cui puoi essere scioccato toccando un filo di candela usurato mentre tocchi i terminali della batteria non farà nulla, è che la tensione pompata dalla bobina di accensione è abbastanza alta da spingere attraverso la resistenza di contatto della tua pelle.

Essere colpiti in questo modo probabilmente non ti ucciderà, ma è comunque una buona idea stare alla larga, specialmente se hai a che fare con la tensione più alta di un sistema di accensione senza distributore.

Allora, che dire del tropo della tortura persistente della batteria dell’auto?

In realtà c’è un nocciolo di verità nascosto nella scena con cui abbiamo iniziato. Se un cattivo inizia con una batteria per auto, che aggancia a un altro dispositivo, e poi usa quel dispositivo per torturare l’eroe, questa è una situazione che è radicata nella realtà.

C’è un dispositivo molto reale noto come picana che, alimentato da una comune batteria per auto da 12 V, è in grado di fornire scariche elettriche di amperaggio molto basso ad alte tensioni, che, come afferrare una presa di un cavo difettoso, è estremamente antipatico.

Quindi, anche se afferrare i terminali della batteria non è probabile che fornisca anche il più debole degli shock, figuriamoci ucciderti, questo è un tropo che puoi più o meno attribuire a una licenza artistica.

Leave a Reply