Parla di una vista a volo d’uccello.

Guarda come un aquila calva assume un drone mentre vola sopra una bellissima spiaggia tentacolare.

Battaglia per i cieli

Il drone sorvola costantemente l’oceano mirando alla spiaggia e alla costa davanti. All’improvviso la fotocamera è scossa e scossa. Le penne della coda sono visibili nella parte superiore della fotocamera mentre l’aquila vola via con il dispositivo di registrazione video.

L’uccello punta la telecamera verso il basso mentre lascia la spiaggia e sorvola la terraferma. Cattura perfettamente la sua ombra rivelando il grande corpo e l’ampia apertura alare che si libra sopra la sabbia e gli alberi. Le abilità fotografiche usate dall’aquila sono piuttosto impressionanti con i diversi angoli e l’uso delle ombre.

Si ritiene che la telecamera sia stata portata nel nido dell’aquila calva e il drone sia stato catturato come preda. Tuttavia, ci sono registrazioni di uccelli che distruggono o catturano droni a causa dell’ingresso del dispositivo nel territorio di un’aquila.

È un uccello, è un aereo No. È un drone.

Questo in realtà non è un evento strano. Infatti, nel luglio 2020, un’aquila ha attaccato un drone da $ 950 appartenente al Dipartimento dell’Ambiente, dei Grandi Laghi e dell’Energia del Michigan, che è abbreviato EGLE

Durante il rilevamento di un lago situato sopra la Penisola Superiore, il pilota del drone afferma di aver visto la telecamera iniziare a ruotare all’improvviso verso il basso. Un’aquila è stata vista lasciare la scena. Il dispositivo è stato successivamente ripescato dal corpo idrico.

Un altro esempio di aquile contro droni è quando una polizia olandese ha forzato l’aquila per affondare droni illegali. Gli uccelli hanno imposto questi attacchi per mantenere la privacy degli eventi e mantenere al sicuro politici o dignitari.

L’addestramento per queste pratiche include l’insegnamento alle aquile di vedere i dispositivi di registrazione mobili come una forma di preda. Una volta abbattuto un drone, sono stati premiati con uno speciale trattamento carnoso. Gli uccelli erano persino corazzati con protezioni per artigli per attaccare i droni più grandi.

Il video virale dell’attacco dell’aquila

utente di Twitter”Aree esterne” ha pubblicato il video il 2 febbraio. Ha guadagnato una popolarità diffusa guadagnando più di 291.000 visualizzazioni e ottenendo oltre 2,7 mila Mi piace.

Il drone non è mai stato localizzato, ma il proprietario è stato in grado di estrarre il video dal suo archivio cloud.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *