Quando il Wall Street Journal uscì con la speculazione che l’iPhone 5 sarebbe dotato di 4G LTE, questa era in gran parte una non notizia poiché praticamente tutti si aspettano che l’LTE avvenga nell’iPhone 5 poiché 1/gli utenti lo richiedono 2/i gestori wireless vogliono telefoni LTE ,periodo. La parte più interessante di WSJ era che LTE avrebbe funzionato al di fuori del mercato statunitense, il che è insolito per i telefoni LTE: la maggior parte ricorre a HSPA+ in Europa e altrove.

Questo accade perché, a differenza di HSPA+ e 3G, le bande radio (frequenze) utilizzate per 4G LTE sono molto diverse da un paese (o un operatore) all’altro. Anche negli Stati Uniti, LTE non è interoperabile da un operatore all’altro.

Ciò non ha impedito che una voce di supporto “globale” per iPhone 5 4G LTE si diffondesse sul web a macchia d’olio. Naturalmente, gli utenti di iPhone 5 che sono viaggiatori pesanti si sono subito rallegrati. Anche coloro che avevano la prospettiva di rivendere il telefono a livello globale lo hanno fatto (i prezzi sono molto più alti nei mercati in cui il telefono non è ufficialmente disponibile). Tuttavia, ecco la doccia fredda:

ci sono più di 41 bande LTE utilizzati in tutto il mondo, e non esiste una radio in grado di supportare tutti (o anche “la maggior parte”) di essi. Supportare cinque band è già fantastico. A breve termine, sarebbe necessario aggiungere più radio, il che sembra improbabile.

Naturalmente, ci sono anche “radio programmabili”, ma finora nessuna è in grado di gestire tutte le bande. Di recente abbiamo parlato con il CEO di Qualcomm, il dott. Paul Jacobs, di questo problema e chiaramente è necessario più lavoro per avvicinarsi all’obiettivo del “supporto globale”.

Se ascolti queste voci, dovresti davvero prendere “globale” con le pinze. Se globale significa che l’iPhone 5 4G LTE può funzionare “da qualche parte in ogni continente”, allora perché no. Se pensi che funzionerà nei “paesi più sviluppati”, non trattenere il respiro.

Molto probabilmente, Apple dovrà supportare un numero limitato di operatori LTE che utilizzano le stesse bande 4 o 5 (addio supporto “globale”) oppure dovranno creare versioni diverse del telefono (con un chip/ radio) in base alle bande target. Penso che Apple opterà per il primo: supportare un numero limitato di bande e operatori, con un fallback HSPA + – ma chi lo sa? Cosa ne pensi?

Quando il Wall Street Journal uscì con la speculazione che l’iPhone 5 sarebbe dotato di 4G LTE, questa era in gran parte una non notizia poiché praticamente tutti si aspettano che l’LTE avvenga nell’iPhone 5 poiché 1/gli utenti lo richiedono 2/i gestori wireless vogliono telefoni LTE ,periodo. La parte più interessante di WSJ era che LTE avrebbe funzionato al di fuori del mercato statunitense, il che è insolito per i telefoni LTE: la maggior parte ricorre a HSPA+ in Europa e altrove.

Questo accade perché, a differenza di HSPA+ e 3G, le bande radio (frequenze) utilizzate per 4G LTE sono molto diverse da un paese (o un operatore) all’altro. Anche negli Stati Uniti, LTE non è interoperabile da un operatore all’altro.

Ciò non ha impedito che una voce di supporto “globale” per iPhone 5 4G LTE si diffondesse sul web a macchia d’olio. Naturalmente, gli utenti di iPhone 5 che sono viaggiatori pesanti si sono subito rallegrati. Anche coloro che avevano la prospettiva di rivendere il telefono a livello globale lo hanno fatto (i prezzi sono molto più alti nei mercati in cui il telefono non è ufficialmente disponibile). Tuttavia, ecco la doccia fredda:

ci sono più di 41 bande LTE utilizzati in tutto il mondo, e non esiste una radio in grado di supportare tutti (o anche “la maggior parte”) di essi. Supportare cinque band è già fantastico. A breve termine, sarebbe necessario aggiungere più radio, il che sembra improbabile.

Naturalmente, ci sono anche “radio programmabili”, ma finora nessuna è in grado di gestire tutte le bande. Di recente abbiamo parlato con il CEO di Qualcomm, il dott. Paul Jacobs, di questo problema e chiaramente è necessario più lavoro per avvicinarsi all’obiettivo del “supporto globale”.

Se ascolti queste voci, dovresti davvero prendere “globale” con le pinze. Se globale significa che l’iPhone 5 4G LTE può funzionare “da qualche parte in ogni continente”, allora perché no. Se pensi che funzionerà nei “paesi più sviluppati”, non trattenere il respiro.

Molto probabilmente, Apple dovrà supportare un numero limitato di operatori LTE che utilizzano le stesse bande 4 o 5 (addio supporto “globale”) oppure dovranno creare versioni diverse del telefono (con un chip/ radio) in base alle bande target. Penso che Apple opterà per il primo: supportare un numero limitato di bande e operatori, con un fallback HSPA + – ma chi lo sa? Cosa ne pensi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *