WhatsApp, la popolare app di messaggistica che molti utenti hanno abbandonato per alternative, ora utilizza i messaggi di stato nel tentativo di rassicurare gli utenti che i loro dati sono al sicuro. In parole povere, i messaggi di stato sono gli stessi delle storie trovate su altre piattaforme come Instagram e WhatsApp prevede di usarli per parlare di privacy.

WhatsApp ha dovuto affrontare problemi di privacy degli utenti relativi a un imminente cambiamento della politica sulla privacy e alla sfiducia del pubblico in generale nei confronti di Facebook. La società si è adoperata per affrontare queste preoccupazioni mentre concorrenti come Telegram segnalano un enorme aumento di nuovi utenti.

Un recente rapporto di Il Verge rileva la presenza di messaggi di stato di WhatsApp che offrono frammenti sulle pratiche sulla privacy dell’azienda, affermando cose come “WhatsApp non può leggere o ascoltare le tue conversazioni personali poiché sono crittografate end-to-end”.

La società ha confermato il suo piano per utilizzare la funzione Stato per fornire informazioni agli utenti, citando “molta disinformazione e confusione” sull’ultimo aggiornamento e sulle pratiche sulla privacy della piattaforma. Gli utenti potranno ricevere aggiornamenti sull’argomento nella scheda Stato di WhatsApp.

Gli utenti che desiderano maggiori informazioni possono andare alla pagina delle FAQ di WhatsApp in cui l’azienda parla dell’ultimo aggiornamento della politica sulla privacy. Nella pagina, la società dettaglia le informazioni a cui né lei né Facebook possono accedere, inclusi posizione condivisa, messaggi personali e chiamate vocali.

Cronologia della storia

Leave a Reply