Sebbene fosse la star dello spettacolo, Ron Howard ha rivelato di aver quasi lasciato la sitcom “Happy Days” dopo questo momento particolare. Howard non voleva fare il secondo violino a Fonzie di Henry Winkler.

I produttori hanno considerato di cambiare il nome della sitcom da “Happy Days” a “Fonzie’ss Happy Days” durante la produzione. Volevano sfruttare la crescente popolarità del personaggio di Winkler. Howard si è reso conto che ciò avrebbe cementato il suo status in diminuzione nella sitcom e ha reso noti i suoi sentimenti.

Howard ha sostenuto Winkler come attore. Fuori dallo schermo, i due erano buoni amici. Ma Howard non si è iscritto per recitare in “I giorni felici di Fonzie”.

“Sono venuti da me e mi hanno detto, ‘Beh, la rete vorrebbe cambiare il nome dello spettacolo inI giorni felici di Fonzie.‘ E ho detto: ‘Beh, non credo di voler essere in quello spettacolo. Voglio essere in ‘Happy Days. «E penso che Henry dovrebbe avere, sai, tutte le opportunità per fare tutto. È fantastico. Ma sai, ho firmato per quest’altra cosa e proprio non voglio farlo. Penso che tornerò alla scuola di cinema”, ha spiegato Howard a ET Online.

Uno dei produttori dello spettacolo si è avvicinato a Howard e lo ha anche rassicurato sul fatto che lo spettacolo non aveva intenzione di eliminarlo gradualmente.

“L’unico produttore che non c’era era Garry Marshall”, ha continuato Howard. “In effetti, era fuori e ha detto: ‘Come va lì dentro?’ Voglio sconvolgere tutti e deludere tutti. E amo Henry e amo lo spettacolo, ma semplicemente, non mi sento bene per questo.’ E lui ha detto: “Allora non accadrà”. E questo era quello”.

Ron Howard lascia ‘Happy Days’s

Ovviamente, Howard alla fine ha finito per lasciare “Happy Days” dopo aver recitato in sette stagioni. Il suo personaggio Ritchie Cunningham è stato cancellato per andare a arruolarsi nell’esercito. Di conseguenza, il pubblico si è ritrovato con una versione incentrata su Fonzie dello spettacolo. La sitcom è continuata fino alla stagione 11, cementando il suo posto nel panorama delle sitcom.

Inizialmente un personaggio minore, il Fonz è cresciuto in popolarità ed è diventato una parte focale della serie a partire dalla seconda stagione.

Howard è diventato un regista di successo e ha persino scelto Winkler in uno dei suoi film. Di conseguenza, non c’erano rancore tra l’attore e “Happy Days”. Howard ha finito per tornare come Ritchie per un’apparizione come ospite nello show durante l’ultima stagione dello show.

Leave a Reply