Gli scienziati della NASA hanno registrato quella che dicono essere la più grande esplosione mai vista sulla Luna. Un meteoroide delle dimensioni di un piccolo masso si è schiantato contro la luna, creando una grande esplosione che secondo la NASA avrebbe potuto essere vista ad occhio nudo. Si dice che il meteoroide pesasse circa 90 libbre e viaggiasse a circa 56.000 mph quando si schiantò sulla luna.

Per mettere in prospettiva l’esplosione qui sulla Terra, si diceva che l’esplosione avesse la stessa quantità di forza di cinque tonnellate di tritolo. Naturalmente, non è nemmeno vicino a ciò che può fare una bomba atomica, né una tipica grande esplosione come quella che si è vista di recente in Texas sul pianeta dei fertilizzanti. Tuttavia, con il vuoto dello spazio e l’assenza di gravità a rallentare qualcosa, le esplosioni possono essere molto più grandi sulla luna.

Questa specifica esplosione, avvenuta circa due mesi fa, è stata dieci volte più luminosa di qualsiasi cosa la NASA abbia mai visto prima. Gli impatti di meteoriti sulla Luna non sono una novità e si verificano continuamente, ma questa esplosione è stata unica e si dice che abbia creato un cratere di oltre 20 metri (65 piedi) di diametro.

Allora come avviene un’esplosione sulla Luna se non c’è ossigeno per attivarla? La NASA afferma che le meteore lunari non richiedono ossigeno o combustione per esplodere. Le meteore colpiscono la superficie lunare con così tanta energia cinetica che la NASA afferma che anche un piccolo sasso può creare un cratere largo pochi metri. Per quanto riguarda il lampo di luce dell’esplosione della meteora, è dovuto al “bagliore termico della roccia fusa e dei vapori caldi” durante l’impatto.

La NASA ha creato un programma specifico per identificare la frequenza con cui si verificano gli attacchi di meteoriti lunari nel 2005, e questa è stata la più grande esplosione che il programma abbia mai visto nei suoi circa nove anni di attività. Durante quel periodo, gli scienziati hanno identificato oltre 300 esplosioni, la maggior parte avvenute durante piogge di meteoriti sulla Terra ed erano piuttosto deboli. Il programma sta essenzialmente studiando dove, quando e quanto spesso le meteoriti colpiscono la Luna per determinare il momento e il luogo migliori per le future passeggiate spaziali sulla Luna, se la NASA decidesse di tornare indietro.

VIA: cablata

FONTE: NASA

Leave a Reply