Aston Martin ha rivelato la supercar Valhalla pronta per la produzione, un ibrido da 937 cavalli che utilizza un nuovissimo propulsore a tre motori. Scossa dal concept Valhalla grazie all’accordo di Aston Martin con Mercedes-AMG, la sua combinazione di un motore V8 posteriore e due motori elettrici offre non solo la trazione integrale quando necessario, ma anche 0-100 km/h in 2,5 secondi.

La velocità massima, afferma Aston Martin, è di 217 mph. Mentre il nuovo Valhalla non ha ancora fatto il suo tentativo, la casa automobilistica dice che si aspetta un giro di 6:30 minuti attorno al leggendario Nürburgring Nordschleife.

Per ottenere qualcosa del genere, hai bisogno di un motore potente e, sebbene il Valhalla possa essere un ibrido, non è una Prius. Per quanto riguarda il gas, c’è un V8 biturbo da 4,0 litri – non sorprendentemente fornito da Mercedes-AMG, dove l’abbiamo visto utilizzato con grande effetto nella AMG GT Black Series – che è montato nella parte posteriore centrale, con un piano piatto albero motore per una migliore reattività. Andrà su di giri fino a 7.200 giri al minuto, dice Aston Martin, e guida l’asse posteriore.

È abbinato a due motori elettrici, uno sull’asse anteriore e uno su quello posteriore. È un sistema ibrido da 150 kW/400 V con una batteria in grado di guidare il Valhalla fino a 80 mph per circa 9 miglia con la sola energia elettrica. Tuttavia è quando il sistema EV funziona con il V8 che le cose si fanno interessanti.

In modalità EV, la potenza arriva direttamente all’asse anteriore. Nelle altre modalità di guida, invece, la potenza è suddivisa tra anteriore e posteriore, a seconda delle esigenze di trazione. Fino al 100 percento della carica della batteria può essere trasferita alle ruote posteriori, ad esempio, per le massime prestazioni.

Aston Martin ha combinato il sistema ibrido con una nuova trasmissione DCT a 8 velocità, con un differenziale elettronico a slittamento limitato sull’asse posteriore. Utilizza anche i motori elettrici per la retromarcia, risparmiando il peso e la complessità di una tradizionale retromarcia. Inaspettatamente, l’e-motor e il V8 possono effettivamente funzionare con diverse marce nel DCT, allo stesso tempo, per 738 Nm di coppia.

È tutto montato in una vasca in fibra di carbonio, con sospensioni anteriori push rod in stile F1 dotate di molle e ammortizzatori montati entrobordo. Ciò, afferma la casa automobilistica, consente di risparmiare sia peso non sospeso che spazio. Nella parte posteriore c’è un design delle sospensioni multilink, con unità di ammortizzazione Multimatic Variable Spring rate e Adaptive Spool Valve (ASV) per una regolazione immediata della rigidità. Passa alla modalità Track e l’altezza da terra diminuisce; affrontare un ripido vialetto e la parte anteriore può sollevarsi, utile.

Pneumatici Michelin su misura – 20 pollici all’anteriore e 21 pollici al posteriore – sono abbinati a freni Carbon Ceramic Matrix con Brake-by-Wire. Il risultato è un peso a secco target inferiore a 3.417 libbre, nonostante la miscela di aerodinamica attiva – comprese le superfici anteriori e l’ala posteriore – e la scultura del sottoscocca. A 150 mph, dice Aston Martin, ci sono oltre 1.320 libbre di carico aerodinamico.

Entra attraverso le porte a diedro incernierate frontalmente, complete di un taglio nel tetto per rendere il processo un po’ più aggraziato, e, dopo aver ammirato la presa d’aria sul tetto, troverai una cabina completamente nuova. Semplificato e più spazioso rispetto a quello della Valkyrie, c’è un nuovo sistema di infotainment con touchscreen centrale che supporta Apple CarPlay e Android Auto. I sedili sono fissi, ma i pedali regolabili e il piantone dello sterzo consentono al guidatore di modificare le cose secondo le proprie preferenze.

Nonostante le prestazioni vanta, c’è ancora un sacco di comfort e tecnologia. Il climatizzatore a doppia zona, i fari a matrice completamente a LED, la frenata di emergenza automatica, gli avvisi di collisione in avanti e il monitoraggio degli angoli ciechi sono tutti standard, così come il cruise control adattivo. Una telecamera surround è opzionale, così come le solite scelte di personalizzazione che la divisione Q by Aston Martin può esercitare.

Per quanto riguarda quando puoi comprarne uno e quanto ti costerà, calcola circa $ 800.000 in tasca. Le prime consegne di Valhalla dovrebbero iniziare dalla fine del 2023.

Galleria Aston Martin Valhalla
Galleria Aston Martin Valhalla

Leave a Reply