Logitech ha rivelato un nuovo marchio, Logi, poiché abbandona la connessione “tech” e riproduce invece le sue costolette di design. Il nuovo Logitech – che inizierà gradualmente a lanciare il nome e il logo Logi man mano che nuovi prodotti più attenti all’estetica verranno rilasciati nei prossimi mesi – ha ambizioni oltre le tastiere, i mouse e le periferiche di gioco per cui l’azienda è meglio conosciuta oggi , comprese nuove categorie di prodotti che si sovrappongono “in ogni aspetto della tua vita quotidiana”.

Per assicurarsi che non sia solo un’iperbole, l’azienda ha coinvolto il suo primo chief design officer. Alastair Curtis è stato in una vita passata chief design officer di Nokia, tra il 2006 e il 2009, anche se la sua carriera con l’azienda finlandese è iniziata nel lontano 1995. logitech-nuovo-logologitech-nuovo-logo

Per cominciare, la promessa sono nuovi colori e prodotti più sorprendenti. Logitech ha già flirtato con i colori prima d’ora, con versioni brillanti delle sue tastiere wireless per tablet tra le altre cose, ma non è esagerato suggerire che sono prodotti degni ma sobri come il mouse MX Master che sono i più noti del marchio.

“Oltre a un nuovo look colorato e audace, inizierai a vedere e sentire il nome Logi”, afferma oggi Logitech. “L’etichetta Logi apparirà sulle nostre nuove categorie di prodotti e si aspettano alcuni colpi di scena e alcune sorprese nelle nuove categorie”.

Dovremo aspettare per scoprire quali categorie, esattamente, Logitech ha in mente, con solo l’angolo teaser di un prodotto Logi mostrato sopra.

Logitech ha registrato un calo delle vendite dell’1% nell’anno fiscale 2015 dell’azienda, sebbene abbia riscontrato successi sproporzionati nei suoi giochi, accessori per tablet e gamme di altoparlanti portatili.

“Accelereremo la nostra trasformazione di Logitech in un’azienda più semplice, veloce e in crescita”, ha dichiarato Bracken Darrell, presidente e CEO ad aprile. “Ci concentreremo sulla nostra crescente attività di Retail Strategic. Di conseguenza, abbiamo in programma di uscire dalla nostra attività OEM e riorganizzare Lifesize per concentrarci maggiormente sulla sua offerta basata su cloud”.

FONTE Logitech

Cronologia della storia

Leave a Reply