Non è strano?

Non è strano che… Nel mezzo della tragedia in corso a Oso, David Miller, un attivista del Maple Leaf Community Council e probabile candidato al consiglio comunale nel 2015, quando sette dei nove seggi attualmente in circolazione saranno eletti per distretto geografico, sta incolpando gli “urbanisti” per contribuire alla colata di fango?

Miller, che si è candidato senza successo per il consiglio nel 2009, è andato oggi su Facebook per rispondere ai commenti del lobbista del Cascade Bicycle Club Brock Howell lamentando che non c’erano politiche in atto nella contea di Snohomish per impedire a più di 100 persone di vivere in una zona nota per smottamenti di fango e inondazioni (qualcosa che ha sottolineato anche Danny Westneat del Seattle Times).

Miller ha scritto,”Se i neourbanisti dedicassero anche solo la metà del tempo a tormentare le amministrazioni cittadine suburbane sullo sviluppo sostenibile come hanno fatto a Seattle, distorcendo la conversazione sul FALSO argomento della necessità di una maggiore capacità di zonizzazione all’interno di Seattle, l’area metropolitana di Puget Sound sarebbe molto più sostenibile”.

(Il dibattito a cui fa riferimento Miller è multiforme, ma include la questione se la città debba aumentare le altezze consentite degli edifici, in genere di un paio di piani, in alcuni quartieri multifamiliari).

Dopo un po’ di avanti e indietro con Howell e altre persone su entrambi i lati della divisione urbanista/antiurbanista, Miller ha aggiunto che la colata di fango è stata “Un fallimento dei nostri urbanisti. Invece di concentrarsi sui problemi di uso del suolo nelle nostre periferie, sono stati ingannati dagli sviluppatori di Seattle facendogli pensare che ci fosse un problema di zonizzazione all’interno della città”.

Come hanno sottolineato Howell e altri, è possibile (anche preferibile) tenere in mente più di un’idea contemporaneamente: lastricare terreni agricoli e consentire alle persone di vivere in aree soggette a inondazioni è una brutta cosa,e ulteriore capacità di sviluppo nelle città aiuta a prevenire l’espansione incontrollata suburbana ed extraurbana.

Abbiamo un messaggio per Miller.

Leave a Reply