Se qualcosa va di moda a gennaio sono le diete e l’esercizio fisico, e quest’anno è l’anno della purificazione del succo. L’idea è di disintossicare il tuo corpo sostituendo la tua assunzione quotidiana di cibi trasformati con succo puro e nutriente e uscirne più sano.

Per vedere di cosa si tratta, ho deciso di provare una pulizia di tre giorni da Juicebox con sede a Capitol Hill. Ho bisogno di un partner con cui lamentarmi dei miei morsi della fame,Ho collaborato con l’editor di cibi e bevande Allecia Vermillion. Leggi la sua esperienza qui.

Il Juicebox cleanse costa $ 60 al giorno (non economico, ma alla pari con programmi nazionali simili) e consiste in sei succhi etichettati dalla A alla F, anche se puoi berli in qualsiasi ordine. I proprietari Brandin Myett e Kari Brunson sono chef, quindi aspettati un menu a rotazione di sapori deliziosamente equilibrati che sono sia stagionali che di provenienza locale.

Tre giorni prima di iniziare la pulizia dovresti eliminare alcol, caffeina, sigarette e farmaci da banco. Tuttavia, ho iniziato a pulire un lunedì durante la stagione dei playoff di calcio, il che significava che la domenica prima era un po’ ubriaca. Ma dato che non fumo, prendo farmaci da banco e bevo solo una o due tazze di tè al giorno, ho pensato di essere al sicuro.

Tempo di preparazione finito, mi tuffo nella mia prima esperienza di spremitura:

Il primo giorno è buono. Mi sento positivo e ottimista riguardo all’esperienza e non vedo l’ora di sostituire magicamente la mia mezzanotte Taco Bell voglie con un intenso desiderio di consumare solo verdure a foglia e brodo chiaro. Comincio con tre succhi dal suono delizioso: latte di mandorla, miele, cannella e noce moscata; ananas, cavolo e sedano; e acqua di aloe vera con cetriolo.

Dal momento che non è consentita la caffeina per la pulizia, entro le 6 riesco a malapena a tenere gli occhi aperti e decidere un pisolino di tre ore. Mi sveglio e provo a buttare giù le mie ultime due bottiglie, finisco la metà di ciascuna e vado nel fieno.

Divulgazione completa: il primo giorno sono crollato e ho avuto cinque carotine. Vergognami, vero?

Il secondo giorno non è terribile, anche se comincio a sviluppare un po’ di atteggiamento. Mi risentono le persone che mangiano e mi fanno commenti sarcastici nella mia testa. (Oh, quella pasticceria non è semplicemente deliziosa? Non ti piace masticare?) Sono anche stranamente emotiva e mi ritrovo a singhiozzare casualmente mentre guardo il discorso di accettazione del Golden Globe di Lena Dunham e ho visto solo due o tre episodi di Ragazze.

Oggi invece di passare dal succo preferito a quello meno preferito, provo a berlo in modo da distanziare quelli che amo (ananas e cavolo nero) e i miei meno preferiti (succo di barbabietola). Questo è sicuramente un modo migliore per andare.

Entro il terzo giorno Ho mal di testa e sto quasi svenendo ogni volta che mi alzo in piedi troppo in fretta. Apparentemente questo non è un effetto raro del tuo corpo che si libera dalle tossine, e persino Brunson mi ha ammesso che la sua prima pulizia è stata dura. Faccio un altro lungo pisolino, rimpiango ogni sorso di succo e passo la maggior parte del mio tempo a pianificare pasti oltraggiosi per il giorno successivo. Ho davvero pensato di barare, ma dal momento che nient’altro che una pizza extra large al formaggio mi avrebbe soddisfatto a questo punto, ho deciso che avrei potuto tirare avanti da solo il succo nelle ultime ore.

SU la mattina dopo la pulizia sono andato un po’ matto. Ho avuto una grande manciata di muesli, colazione nel mio posto preferito, a Piatto superiore maple bar-tutto prima di mezzogiorno. Ma dopo la frenesia iniziale del “posso mangiare di nuovo”, quello che mi sono ritrovato a desiderare davvero era qualcosa di fresco e delizioso, qualcosa come il succo, forse? O almeno il suo sano equivalente masticabile. Ho mangiato un’insalata leggera a pranzo e un frullato a cena, e le mie abitudini alimentari sono rimaste ragionevolmente nutrienti da quando ho finito la pulizia una settimana fa.

Tutto sommato,Lo rifarei. Forse una o due volte l’anno, trimestralmente se me lo posso permettere. Mi sento meglio, sono più leggero di qualche chilo e sono più consapevole di cosa sta succedendo nel mio corpo.

Non è un toccasana o un disperato tentativo dell’ultimo minuto di infilarsi nel tuo abito da sposa, ma se stai cercando un modo per dare il via a un cambiamento nello stile di vita, lo consiglierei: sonnellini, spuntini, mal di testa ,e tutto.

Come con qualsiasi dieta, consulta il tuo medico per assicurarti che sia giusta per te.

Leave a Reply