Solo pochi giorni prima delle imminenti elezioni presidenziali, Twitter ha mostrato in anteprima un paio di nuovi avvisi che mostreranno gli utenti in cima ai loro feed, entrambi destinati a combattere la disinformazione e aiutare a tenere informati gli elettori. Il motivo, osserva Twitter, è la natura senza precedenti di queste elezioni, che hanno visto molte persone votare in anticipo per posta per le preoccupazioni sull’esposizione alla pandemia di coronavirus.

Questa stagione delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti è diversa da tutte le precedenti, essendo stata molto accesa negli ultimi mesi in mezzo a masse crescenti di propaganda sofisticata resa possibile dalle tecnologie digitali, nonché ai disordini sociali generali causati dalla pandemia di coronavirus in corso e sempre più devastante.

La pandemia di coronavirus significa che molte persone votano in anticipo per posta, cosa che si è rivelata controversa per una serie di ragioni, non ultima la disinformazione diffusa attraverso i social media. Le piattaforme più grandi, tra cui Facebook e Twitter, hanno adottato una serie di misure per affrontare il potenziale di interferenza elettorale.

Twitter è l’ultimo a fare un tale annuncio, rivelando meno di due settimane prima del giorno delle elezioni statunitensi che inizierà a mostrare ai suoi utenti due messaggi nella parte superiore dei loro feed che li riscaldano sulla disinformazione e sui potenziali ritardi. Un messaggio spiega che il gran numero di persone che votano per posta potrebbe ritardare quando verranno annunciati i risultati delle elezioni, un problema che ha più piattaforme che si arrampicano per garantire che nessuna delle parti rivendichi la vittoria prematuramente.

L’altro messaggio ricorda agli utenti di Twitter che potrebbero imbattersi in notizie fuorvianti relative al voto per corrispondenza; l’avviso include un collegamento su cui gli utenti possono fare clic per ottenere ulteriori informazioni sull’argomento. Le richieste vengono visualizzate dagli utenti a partire da oggi, 26 ottobre, e rimarranno fino all’arrivo dei risultati elettorali.

Cronologia della storia

Leave a Reply