Mark Shuttleworth di Canonical ha annunciato che Ubuntu per tablet e telefoni è morto e che il sistema operativo desktop Ubuntu tornerà a GNOME invece di utilizzare Unity. È un cambiamento importante, che Shuttleworth descrive come “una decisione molto difficile”. Questo segna la fine delle visioni di Canonical del “futuro della convergenza” — invece, l’azienda si concentrerà sulle aree di business in crescita, spiega Shuttleworth, che include server e macchine virtuali, i prodotti dell’infrastruttura cloud e, naturalmente, il desktop, tra le altre cose.

Ubuntu è disponibile in molte forme e dimensioni ed è utilizzato sia dai consumatori che dalle aziende. Il software desktop è abbastanza popolare da essere offerto come opzione da molti produttori di computer e si trova allo stesso modo sui server e dietro grandi progetti. Il desktop di Ubuntu non andrà da nessuna parte, ma tornerà a utilizzare GNOME come desktop predefinito con l’arrivo di Ubuntu 18.04 LTS.

Sebbene Ubuntu per desktop abbia trovato il favore sia tra i consumatori che tra le aziende, la variante mobile del software non ha mai raggiunto un accordo importante con produttori o consumatori. Lo sviluppo di Unity 8 è andato lentamente avanti, ma non ha mai raggiunto una fase definitiva e molti critici nella comunità Linux lo hanno posizionato come frammentazione.

Nonostante i migliori sforzi di Canonical, la comunità ha deciso di evitare Unity 8 e Shuttleworth indica che non è nel miglior interesse finanziario dell’azienda continuare a perseguirlo. Riconoscendo questa realtà, Shuttleworth ha continuato dicendo:

Nella comunità, i nostri sforzi sono stati visti [as] frammentazione non innovazione. E l’industria non si è mobilitata per la possibilità, invece ha adottato un approccio “letteralmente il diavolo che conosci” a quei fattori di forma o investendo in piattaforme autoprodotte. Ciò che il team di Unity8 ha fornito finora è bello, utilizzabile e solido, ma rispetto che i mercati e la comunità alla fine decidono quali prodotti crescono e quali scompaiono.

FONTE: Ubuntu

Cronologia della storia

Leave a Reply